17/03/2017 - 14:24
Protagonista con la Primavera gialloblù e tenuto d’occhio anche da mister Rolando Maran durante molti allenamenti della Prima squadra, Emanuel Vignato (classe 2000) sta vivendo giorni emozionanti in Olanda, con la maglia della Nazionale Under 17. L’obiettivo degli Azzurrini del tecnico Emiliano...

Nazionale Under 17: Vignato conquista con gli azzurri l’accesso ai Campionati Europei!

Ven, 17/03/2017 - 14:24

Protagonista con la Primavera gialloblù e tenuto d’occhio anche da mister Rolando Maran durante molti allenamenti della Prima squadra, Emanuel Vignato (classe 2000) sta vivendo giorni emozionanti in Olanda, con la maglia della Nazionale Under 17. L’obiettivo degli Azzurrini del tecnico Emiliano Bigica è stato raggiunto: vittoria contro Bielorussia (3-0) e Belgio (ieri sera, 1-0) e pass staccato per la Fase finale degli Europei di categoria, che si disputeranno tra il 3 e il 19 maggio in Croazia. A brillare, tra i talenti della giovane Nazionale c’è anche Vignato, che Bigica ha voluto con sé per superare gli avversari del Gruppo 5 a Groesbeek.

Emanuel, già andato in rete nell’amichevole in preparazione al torneo, ci ha raccontato le sue sensazioni, dopo la partita d’esordio vinta contro la Bielorussia (subentrato al 69’) e dopo il successo ottenuto con il Belgio (in campo dal 68’). Vittorie che hanno già permesso all’Under 17 italiana di qualificarsi con una gara di anticipo agli Europei di maggio.
“Quando ho scoperto di essere tra i 18 giocatori convocati l’emozione è stata grande. Questa chiamata ha un sapore diverso rispetto alle convocazioni per le amichevoli, qui si gioca per vincere e per andare avanti nel torneo. Ho avuto la possibilità di fare il mio ingresso in campo nella partita d’esordio contro la Bielorussia: quei minuti li ricorderò per sempre. Non posso nascondere che avevo qualche preoccupazione, ma il mister mi ha rassicurato dicendomi di giocare come sapevo, e così è stato. Sono contento della mia prestazione”.

Proprio riguardo al tecnico azzurro Emanuel ci confida: “Con mister Bigica mi trovo molto bene, mi dà molti consigli e mi dice spesso di sfruttare le mie qualità, vuole sempre che diamo il massimo e dalla panchina si fa sentire molto, ci carica di continuo. Prima delle partite ci fa riunire tutti per cantare le ultime strofe dell’inno per darci la spinta necessaria. Con lui gioco praticamente nella stessa posizione in cui mi fa giocare mister D’Anna, esterno sinistro nel 4-3-3 oppure trequartista nel 4-3-1-2. Dovessi risultare tra i titolari per le prossime partite sarei molto contento, sto lavorando duramente per farmi trovare sempre pronto”.

Dopo la netta affermazione contro la Bielorussia, gli Azzurri hanno superato l’ostacolo belga: “La partita con il Belgio è stata molto combattuta, il mister ci aveva messo in guardia alla vigilia. Loro sono una squadra molto tecnica, piena di giocatori rapidi e forti fisicamente. Nel primo tempo meritavamo di andare in vantaggio in più di un’occasione, loro per lo più si limitavano a difendersi. Nel secondo tempo, invece, hanno inserito giocatori più offensivi e la partita è diventata più equilibrata, anche perché loro per poter continuare a sperare di accedere alla Fase Finale degli Europei dovevano vincere contro di noi. Hanno colpito una traversa, ma verso la fine della partita a passare in vantaggio siamo stati noi: si è trattato del gol che ci qualifica alla Fase Finale degli Europei”.

Domenica terza e ultima sfida del girone, contro i padroni di casa olandesi. “La partita con l’Olanda sarà importante per decidere chi sarà la prima squadra del girone e servirà anche per dare minuti in campo a chi sino ad ora ne ha avuti di meno, così tutti possono confrontarsi con formazioni europee. L’Olanda è la squadra più forte del gruppo e il mister ci ha detto che dobbiamo cercare di ottenere una rivincita dopo la sconfitta subita con loro in amichevole lo scorso agosto per 4-1. Sarà un match stimolante”.
Per Emanuel l’esperienza dell’Europeo non è solo allenamenti e partite, in questa spedizione olandese ha ritrovato amici con i quali passa molto tempo: “Con i miei compagni mi trovo molto bene, qui oltre agli allenamenti c’è spazio anche per lo studio e per stare insieme, guardiamo spesso film o giochiamo ai videogiochi. Molti di loro li conosco dalle precedenti convocazioni, altri invece li ho incontrati spesso in campionato”. Dal gialloblù all’azzurro: Vignato lavora per essere sempre più protagonista in campo nazionale e internazionale.