Mi ritorni in mente: il nostro #ChievoGenoa

Giovedì, 8 Febbraio, 2018 - 12:15
Loading the player...

Domenica 11 febbraio alle ore 15.00 andrà in scena per la decima volta in Serie A allo stadio Bentegodi il match tra ChievoVerona e Genoa. Nei precedenti 9 incontri in quattro occasioni i gialloblù sono riusciti a conquistare bottino pieno, mentre invece sono due i pareggi e tre i successi rossoblù.

 

Come si può non ricordare la vittoria ottenuta nei minuti finale alla quinta giornata del campionato di Serie A Tim 2011/2012? Una partita nella quale successe di tutto, da rigori sbagliati al ribaltamento del risultato.

 

La squadra allenata allora da mister Domenico Di Carlo, e reduce dall’incredibile vittoria ottenuta contro il Napoli al Bentegodi di pochi giorni prima, affrontò il Genoa guidato in panchina da Alberto Malesani alla 5^ giornata di andata.

 

Fu una gara molto equilibrata nel primo tempo, con alcune occasioni create da entrambe le parti e con i portieri, Sorrentino da una parte e Frey dall’altra, protagonisti di alcune parate importanti.

 

Il secondo tempo fu entusiasmante (considerato anche il risultato finale!).

A inizio ripresa il Genoa passò subito in vantaggio. Assist filtrante di Jorquera per Palacio che non si arrese alla carica di Morero e con un diagonale preciso superò Sorrentino per il momentaneo 0-1.

 

I gialloblù non si arresero e mister Di Carlo cambiò volto alla squadra inserendo un altro attaccante, Moscardelli, per un Chievo a trazione anteriore con il tridente Thereau/Pellissier/Moscardelli.

 

Al 14’ ci fu l’azione che avrebbe potuto cambiare completamente la gara. Pellissier in area di rigore fu atterrato da Dario Dainelli (proprio lui, una delle colonne del Chievo di oggi) e l’arbitro Russo optò per l’espulsione per chiara occasione da gol e conseguente calcio di rigore a favore dei gialloblù.

 

Proprio capitan Pellissier si incaricò di calciare il penalty ma Frey indovinò l’angolo e in tuffo evitò il pareggio. Tutto da rifare.

 

Quindici minuti più tardi lo yankee gialloblù Bradley calciò dalla bandierina una palla sulla quale Pellissier si avventò di testa con uno stacco di testa dall’altezza dell’area di rigore. Un volo che fruttò la rete dell’1-1 e palla al centro.

 

Pellissier e compagni, sull’onda dell’entusiasmo, iniziarono a macinare gioco e occasioni da gol.

 

La partita sembrava essere indirizzata al pareggio, ma allo scadere dei minuti di recupero dei novanta regolari, Gennaro Sardo scese giù per la sua fascia di competenza, la destra, si fermò, alzò la testa e nel mirino gli apparve Moscardelli posizionato nel cuore dell’area di rigore genoana. Lasciò partire il cross e il bomber gialloblù, in tuffo e in torsione colpì di testa e la palla si infilò alle spalle di Frey per il gol che valse i tre punti.

 

Fischio finale e gialloblù in paradiso! 

 

In quella Stagione gli uomini di mister Domenico Di Carlo terminarono il loro campionato al 10° posto in classifica a quota 49 punti raggiungendo così l’obiettivo salvezza con largo anticipo e con uno dei migliori risultati di sempre.

 

 

 

5^ Giornata di Serie A – Stagione 2011/2012

ChievoVerona - Genoa: 2-1

Marcatori: 3’ st Palacio, 29’ st Pellissier, 45’ st Moscardelli

 

ChievoVerona: Sorrentino, Sardo, Morero, Cesar, Jokic, Cruzado (11’ st Moscardelli), Bradley, Hetemaj, Rigoni (38’ st Sammarco), Pellissier, Thereau (23’ st Paloschi).

A disposizione: Puggioni, Frey N., Vacek, Mandelli.

Allenatore: Domenico Di Carlo.

 

Genoa: Frey S., Bovo, Dainelli, Kaladze, Moretti, Jorquera (13’ st Seymour), Kucka, Constant, Veloso, Caracciolo (31’ pt Pratto), Palacio (16’ st Granqcist).

A disposizione: Lupatelli, Antonelli, Jankovic, Birsa.

Allenatore: Alberto Malesani.

 

Arbitro: Carmine Russo di Avellino.

Ammoniti: Kucka, Pratto.

Espulsi: Dainelli al 14’ st.

 

 

CHIEVOVERONA Vs GENOA: I PRECEDENTI

Partite giocate allo stadio Bentegodi: 9

Vittorie ChievoVerona: 4

Pareggi: 2

Vittorie Genoa: 3

Totale reti segnate dal ChievoVerona: 9

Totale reti segnate dal Genoa: 8