Tutte le sedi gialloblù

VILLA STEFANI E IL CAMPO “DEL FORTE”
Legata per comodità logistiche alla vicinanza con i terreni di gioco, è la storia delle prime sedi sociali dell’A.C. ChievoVerona, ora stabilitasi al civico 3 di Via Luigi Galvani. È cosi all’interno di Villa Stefani, in località Monte, che i pionieri del pallone gialloblù (allora in bianco e blu) muovono i loro primi passi. La villa infatti è la sede della locale Opera Nazionale Dopolavoro di cui il calcio è una delle discipline sportive, assieme a tiro alla fune e tamburello. Il Dopoguerra porta invece a eleggere una nuova dimora: è un campo appena al di là della linea ferroviaria del Brennero che separa l’abitato di Chievo dalla zona della Croce Bianca, cui la presenza di una vecchia fortificazione austroungarica gli conferisce l’appellativo di “Campo del Forte”. È la vicina osteria “Alla Busa” a fornire improvvisati spogliatoi ai giocatori, mentre l’ospitalità di una famiglia più vicina al campo accoglie il direttore di gara.

 

IL BOTTAGISIO
Il 3 novembre 1957 sembra un giorno come tanti quando l’A.C. Chievo si impone sul Caldiero per 3-0. Più dell’importanza del risultato vale quella della situazione: si inaugura infatti il campo parrocchiale dedicato a Carlantonio Bottagisio destinato a diventare, negli anni Settanta e Ottanta e quindi dal 3 dicembre 2014, dapprima la  “Domus aurea” delle fortune clivensi e quindi un rinomato Centro di Eccellenza Sportiva destinato alle esigenze del Settore Giovanile e della cittadinanza di Verona. È grazie a un lascito del succitato cavaliere e alla gestione del suo parroco - Don Silvino Venturi - che la comunità sportiva di Chievo riesce a godere di un nuovo terreno, sebbene alcune gare, per migliori condizioni, vengano inizialmente giocate sul precedente sito. La sede trasloca così alla “Pantalona” in piazza Chievo, per rimanervi fino all’indomani dell’entrata del club nel calcio professionistico (1987).

 

GLI UFFICI IN CORSO MILANO
Con l’ingresso del ChievoVerona nel calcio professionistico i nuovi uffici societari nel 1987 si spostano in Corso Milano 90/A. Nel palazzo che ospita lo Studio Campedelli, al 2° piano vengono destinate la reception, l’ufficio amministrativo, la segreteria generale e la direzione sportiva della società. Al piano terra, invece, trovano spazio il Settore Giovanile e la Scuola Calcio gialloblù.

 

LA SEDE ATTUALE
Con la conquista della Serie A al termine della stagione 2000/01, la società si trasferisce nell’attuale sede di via Galvani 3, che nel 2015 si sdoppia su due piani per sviluppare al meglio tutte le aree della Prima Squadra e del Settore Giovanile, le aree finanziarie e quelle commerciali e di comunicazione.