Amarcord Gialloblù: 17 Marzo 2013

Martedì 17 Marzo 2020
Amarcord Gialloblù: 17 Marzo 2013

 

È sulla scorta dell’esaltante successo interno ottenuto il turno precedente sul Napoli che il ChievoVerona scende a Pescara. Strano è l’andamento stagionale degli uomini di mister Corini; quasi mai erano riusciti a inanellare due risultati positivi consecutivamente. La classifica infatti, prima del 29mo turno vede i Gialloblù quint’ultimi con 32 punti e gli avversari fanalino di coda a quota 21. Un eventuale successo scaverebbe un buon solco nei loro confronti, un passo falso rimetterebbe tutto in discussione. Il pesante match vede quindi l’iniziale “4-3-3” dei padroni di casa cui la squadra della Diga risponde con un “5-3-2” ma con gli esterni bassi pronti a spingere; tra i biancazzurri gli ex Sculli e - a gara inoltrata - Abbruscato.

 

 

Pronti, via e Théréau manca l’occasione del vantaggio, il Pescara oppone solo repliche veementi ma sterili e una protesta per un rigore non assegnato per un “mani” di Andreolli. Gli ospiti invece sono costretti a rammaricarsi per una traversa di Cofie e un’altra opportunità per il succitato francese. Sugli stessi binari corre la ripresa e si devono attendere i minuti finali affinché si concretizzi la superiorità clivense. Il neoentrato Stoian, lanciato in contropiede, entra in area da sinistra piazzando un “destro a giro” sul palo opposto. Nel recupero arriva anche il punto di Théréau, finalmente bravo a colpire dopo un assist di Luciano. Il blitz allo stadio “Adriatico” porta il Chievo a +10 sulla terz’ultima contribuendo al 12mo posto finale con 45 punti.

 

Pescara-ChievoVerona 0-2

Reti: Stoian al 43’ e Théréau al 45+1’ st

Pescara: Pelizzoli, Balzano, Kroldrup, Cosic, Bocchetti, Cascione, Togni (24’ st Quintero), Bjarnason, Sculli (16’ st Celik), Vukusic (12’ st Abbruscato), Caprari. All. Nobili.

ChievoVerona: Puggioni, Frey, Andreolli, Cesar, Dramé, Guana (37’ st Luciano), Rigoni, Cofie, Hetemaj (18’ st Seymour), Paloschi (24’ st Stoian), Théréau. All. Corini.

Arbitro: Paolo Mazzoleni di Bergamo.

 

Loading the player...