Amarcord Gialloblù: 24 Marzo 2002

Martedì 24 Marzo 2020
Amarcord Gialloblù: 24 Marzo 2002

 

24 marzo 2002 - Chievo - Hellas Verona 2-1 (Mutu, Cossato, Cossato)

 

L’annata 20001/2002 è più che gratificante per i Gialloblù. Al debutto assoluto in serie A, la squadra di Delneri e i suoi sostenitori hanno assaporato gioie impensabili. Vittorie di prestigio e grandi prestazioni hanno costellato il cammino fino ad aver rivestito per ben 7 volte i panni di capoclassifica.  Persino la pratica-salvezza è ormai archiviata: al termine del 27mo turno infatti i punti sono già 45. Diventeranno 54 dall’ancor più incredibile significato di qualificazione UEFA. C’è però una gara che esula dal contesto: la stracittadina. Proprio quell’anno Verona era diventata la quinta città italiana - dopo Genova, Milano, Roma e Torino - teatro di un derby e, in ballo, soprattutto per i tifosi, c’erano anche il prestigio e la supremazia della propria fazione sull’altra. All’andata, il 18 dicembre, era stato l’Hellas Verona a prevalere. Ora staccati di dieci punti, anche i “cugini” avevano disputato il girone ascendente a ritmi molto alti per poi perdere posizioni.

Sono proprio loro a partire forte nel match con il Chievo più titubante. Non è ancora trascorso il primo quarto d’ora e il Verona è in vantaggio - grazie a Mutu - sugli sviluppi di una mischia.

Lupatelli e compagni soffrono le scorribande sulla fascia di Oddo finché Delneri non inverte gli esterni d’attacco, opponendogli Eriberto. Da qui in avanti agli avversari non resterà che una conclusione di Italiano, peraltro deviata in angolo. Prima dell’intervallo il Chievo acciuffa il pari con un’azione in puro stile “mussi volanti”; Corini lancia in profondità Franceschini in cui cross è spizzato da Corradi per l’accorrente Cossato che insacca. La ripresa è tutta clivense, si attende solamente il raddoppio che arriva intorno alla mezz’ora. D’Angelo sale e “imbuca” per Eriberto, cross arretrato ancora per Cossato che infila all’incrocio. Mentre ormai si attende il triplice fischio la cronaca annota l’espulsione di Moro a 120 secondi dalla fine ma alla squadra della Diga il successo non può più sfuggire.

 

ChievoVerona-Hellas Verona: 2-1
Marcatori: 13’pt Mutu, 44’pt Cossato, 29’st Cossato.

 

ChievoVerona: Lupatelli, Moro, D’Angelo, Legrottaglie, D’Anna, Luciano, Perrotta (38’st Barone), Corini, Franceschini (34’st Lanna), Corradi, F.Cossato (47’st Lorenzi). All. Delneri.

Hellas Verona: Ferron, Dainelli, Cannavaro, Teodorani, Oddo (34’st Salvetti), Italiano, Cassetti, Seric, Camoranesi, Gilardino (34’st M.Cossato), Mutu. All. Malesani.

Arbitro: Pellegrino di Barcellona Pozzo di Gotto.