CuoreChievo: vinto un altro scudetto della solidarietà!

Martedì, 29 Maggio, 2018 - 15:00
Loading the player...

Anche per questa stagione l’obiettivo è stato raggiunto e un altro scudetto della solidarietà è stato conquistato! CuoreChievo Onlus, l’associazione di beneficenza del ChievoVerona, con il progetto per la stagione 2017/2018 “Gioca d’anticipo”, inaugurato lo scorso 30 ottobre e che aveva lo scopo di permettere ai medici del Centro Disturbi dello Spettro Autistico dell’Azienda Ospedaliera di Verona di acquistare due software per diagnosticare l’autismo entro il primo anno di vita di un bambino, ha raggiunto il traguardo prefissato alla presentazione di questo nuovo progetto.

 

Questa mattina, all’interno della Sala del Consiglio dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, l’associazione CuoreChievo Onlus, insieme al centrocampista gialloblù Ivan Radovanovic, ha infatti donato all’Azienda Ospedaliera la somma di €35000 che permetterà di finanziare l’acquisto di macchinari e software per diagnosticare l’autismo entro il primo anno di vita di un bambino.

 

La cifra è stata raggiunta nel corso della stagione grazie alle donazioni raccolte dall’associazione durante le numerose attività di beneficenza organizzate con la Prima Squadra e con i Calcio Club del ChievoVerona. Una di queste è stato il “braccialetto della solidarietà” divenuto il vero simbolo dell’iniziativa.

In conferenza stampa sono intervenuti, oltre al centrocampista gialloblù, Luca Coletto, Assessore Regionale Sanità Veneto, Francesco Cobello, Direttore Generale AOUI Verona, Leonardo Zoccante, Dirigente medico SNPI Azienda Ospedaliera Verona, Alessandro Cardi, presidente CuoreChievo Onlus e Giuseppe Manni, presidente Verona Brain Research Foundation, fondazione alla quale andrà la somma raggiunta nel corso dell’anno.