Un altro gol della solidarietà con Cuore Chievo!

Giovedì, 7 Marzo, 2019 - 12:15
Loading the player...

Ieri sera al Boscomantico Ristorante Pizzeria Lounge Bar si è svolta la serata organizzata da Cuore Chievo “La pizza dal campione”. Tutti i giocatori della Prima squadra, mister Domenico Di Carlo e il suo staff tecnico e i dirigenti gialloblù insieme ai tantissimi amici, tifosi e sostenitori del ChievoVerona e di Cuore Chievo hanno condiviso una pizza per promuovere la raccolta fondi per sostenere il progetto sociale 2018/19 “A Scuola con Cuore Chievo”.

 

I gialloblù si sono divertiti a servire ai numerosi ospiti tranci di pizza e bevande e hanno poi consegnato ai fortunati vincitori della lotteria i cimeli che ognuno di loro ha messo a disposizione. Scarpe da calcio, da ginnastica, guanti da portieri, la fascia da capitano di Sergio Pellissier e tantissimi altri premi hanno fatto si che i biglietti della lotteria siano andati a ruba in pochissimi minuti dando un altro importante contributo economico al progetto promosso quest’anno da Cuore Chievo. 

 

Durante la serata abbiamo intervistato il vice presidente di Cuore Chievo Corrado Di Taranto che ha voluto ringraziare i tanti amici intervenuti e i giocatori per essersi messi così a disposizione anche per questo nuovo progetto benefico. 

 

Ancora una volta lo sport, la beneficenza, la convivialità e l’amicizia sono andate a braccetto grazie a Cuore Chievo!

 

 

 

Descrizione del progetto “A Scuola con Cuore Chievo”

 

 

 

Il bambino ospedalizzato per problemi di salute, per trattamenti terapeutici prolungati o per condizioni di disabilità è impossibilitato a frequentare la scuola e quindi viene meno il processo di inclusione scolastica e di diritto all’apprendimento.

 

 

 

L’obiettivo del progetto è favorire una connessione diretta tra la didattica eseguita a scuola e quella nell’azienda ospedaliera e paraospedaliera. Non si vuole delocalizzare lo svolgimento delle attività didattiche con progetti occasionali e parziali, ma creare elementi strutturali della didattica quotidiana a disposizione dei ragazzi sui tavoli che hanno sostituito i banchi nelle aule attrezzate con piattaforma multimediale in videoconferenza, con PC collegati in rete, e con wood lab per gli atelier creativi legati all’uso del legno, arte e tecnologia. Il Progetto si propone di raggiungere un duplice risultato:

 

 

 

• Costruire una comunità educante, dialogica e collaborativa, nella quale i ragazzi della scuola Catullo e delle scuole ospedaliere (Ospedale “Della Donna e del Bambino” di Borgo Trento) e degli istituti Speciali (Cerris) abbiano l’opportunità di dialogare tra di loro e condividere percorsi di apprendimento teorico e laboratoriale sentendosi coinvolti anche a distanza nel processo di apprendimento, imparando ad essere persone partecipi e competenti.

 

 

 

• Innovare la didattica in modo sistematico abbattendo le distanze e l’isolamento, attraverso l’innovazione tecnologica (Piattaforme multimediali Cisco).

 

 

 

 

Strumenti e supporti

 

 

 

Con i fondi che saranno raccolti, si prevede l’acquisto del materiale operativo di seguito riportato:

 

 

 

- Sistema Cisco Spark educational suite

 

 

 

- Tablet per agevolare gli interventi didattici individualizzati per bambini 

 

 

 

- Kit/valigie tecnologiche