Cambio alla guida

2010 - 2011

Grazie al buon lavoro fatto al Chievo negli ultimi diciotto mesi, Domenico Di Carlo approda alla corte di Mantovani per vivere, con la Sampdoria, l’esperienza dei preliminari di Champions League. La scelta del suo sostituto cade così su Stefano Pioli, persona sobria e tecnico emergente, già con trascorsi proprio nel Settore Giovanile del ChievoVerona. Il mercato porta poi innesti di qualità e il campionato chiuso in undicesima posizione lo dimostrerà. Salutati il “pirata” Mario Yepes e Giampiero Pinzi, sbarcano sul pianeta-Chievo Gelson Fernandes, Bostjan Cesar, Kevin Constant, Mariano Bogliacino, Marco Andreolli, Davide Moscardelli e Cyril Théréau. Quest’ultimo vi rimarrà quattro anni diventando il più prolifico bomber straniero con 30 segnature in 129 gare.

Il buon avvio permette ai gialloblù addirittura di godersi, seppur per un turno, di issarsi in vetta alla classifica: è il 12 settembre 2010. Tra le perle stagionali, il vittorioso blitz a Napoli per 3-1 (mai il Chievo aveva espugnato il san Paolo) e la 350^ rete nel massimo torneo: a firmarla è lo sloveno Cesar. La salvezza arriva sul campo della Juventus con un brillante 2-2 alla 36^ Giornata ma non va dimenticato che, nei primi mesi del 2011, l’opportunità di una qualificazione europea è stata qualcosa di più che una semplice utopia. Il bilancio G: 38 V: 11 N: 13 P: 14 RF: 38 RS: 40 P.ti: 46 Pos: 11°

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp